Perché alcuni ristoranti impongono la propria musica?

Per fortuna in QUASI tutta Italia, i ristoratori VERI si limitano a suggerire disinteressatamente alcuni dj/musicisti MA in altre zone d'Italia...



...PURTROPPO in alcune zone d'Italia alcuni commercianti di banchetti, con la scusa di "tutelare il vostro banchetto", condizionano fortemente l'ingaggio di dj o musicisti esterni alla loro selezione artistica.


Questa azione di ostruzionismo avviene con sistemi più o meno rigidi (e più o meno chiari agli sposi). Ecco i sistemi più usati, partendo dal più chiaro al più subdolo:





  • Clausola "DIVIETO ASSOLUTO di ingaggiare musicisti esterni ovvero obbligo di scelta di una delle loro apparentemente "assortite" soluzioni musicali".
  • Clausola "QUOTA IMPIANTI": se scegliete un musicista esterno bisognerà utilizzare obbligatoriamente (o quasi) la filodiffusione audio della sala e pagarne il noleggio (dai 200 ai 500 euro). NB. Talvolta nella quota impianti è inclusa la presenza di: A) un violinista (o pianista o altro musicista) interno della sala che suonerà per i fatti suoi, quel che gli pare a lui, durante l'accoglienza o torta; B) un "tecnico" che avrebbe il compito di spiegarci come collegarci al loro impianto audio e comunicarci i tempi del ballo. La sua presenza, sarebbe gratuita il suo coperto, spesso, NO. 
  • CAMPAGNA DENIGRATORIA, o peggio diffamatoria, nei confronti di (quasi) tutti i dj/musicisti esterni, indistintamente, secondo tragicomici aneddoti di matrimoni catastrofici rovinati da fantomatici DJ improvvisati. Aneddoti di eventi che ovviamente hanno "visto di persona" (e verificati da Barbara d'Urso). Questa mossa subdola vi indurrà psicologicamente a scartare la scelta di qualunque musicista esterno. QUI trovate LE BUFALE (rivedute e corrette) che potrebbero inventarsi per screditare i musicisti esterni
  • CLAUSOLA "COPERTO INTERO". Se ingaggiate le proposte musicali della sala pagate il mezzo coperto agli operatori (fotografi compresi) se invece ingaggiate il musicista esterno pagate il coperto intero (ai musicisti e ai fotografi). 
 Ma qual è il VERO MOTIVO per cui alcuni ristoranti impongono la propria musica?


Semplice: ne hanno un (altro) tornaconto economico.
Tutte le scuse vi diranno sono semplicemente chiacchiere e tutte quelle belle parole tipo "matrimonio su misura", "realizzeremo ogni vostro desiderio", "i dettagli per noi sono importanti"... andranno a farsi friggere (in un olio riciclato). Buon appetito.


La vostra sala ha limitato la vostra libertà di scelta del servizio musicale con dei sistemi (o clausole) che di fatto rendono sconveniente o antieconomico l'ingaggio di soluzioni musicali esterne? 

Avete quattro possibilità:

  1. Accettate la loro proposta per "quieto vivere" e buonanotte ai suonatori
  2. Segnalatelo all'autorità garante della concorrenza e del mercato: https://www.agcm.it/servizi/segnala-on-line 
  3. Chiamate il Gabibbo https://www.striscialanotizia.mediaset.it/sosgabibbo.shtml
  4. Cambiate sala (come fanno decine di coppie che vogliono DAVVERO organizzare un matrimonio seguendo i propri dettagli, i propri gusti i propri desideri)